Torna a Eventi FPA

Speakers

Antonella Damiotti

Damiotti

Antonella Damiotti è nata e vive a Roma. Si è laureata nel 1983 in Giurisprudenza all'Università degli studi "la Sapienza" con una tesi in scienza delle finanze; nel 2005, sempre alla "Sapienza" ha conseguito un master in "Comunicazione pubblica istituzionale".

Dal 1985 lavora alla Ragioneria generale dello Stato, prima con una esperienza più che decennale all'Ispettorato generale del bilancio, poi presso l'Ispettorato per l'informatizzazione della contabilità di Stato presso il quale, dal 2008, è dirigente dell'ufficio che si occupa dell'informatizzazione delle procedure connesse alla gestione del bilancio dello Stato e alle procedure di spesa.

Ha svolto  ruoli di coordinamento su progetti fortemente innovativi quali quelli della dematerializzazione dei titoli di spesa, del cedolino unico, della reingegnerizzazione del sistema delle spese e da ultimo della fatturazione elettronica.

Ha lavorato e lavora in team, costituiti per ottimizzare l'integrazione tra sistemi informativi e la trasparenza delle informazioni, che richiedono una forte interazione e sinergia con le diverse strutture dei Ministeri, con le varie componenti del MEF, con la Banca d'Italia, con l'Agid e a stretto contatto con il partner tecnologico Sogei (già Consip) e con il mondo dell'informatica.

In qualità di responsabile del sistema informativo Sicoge lo ha adeguato per ricevere e gestire la fattura elettronica governandone  l'avvio presso tutti i Ministeri.

Questo relatore nel programma congressuale

martedì, 24 maggio 2016

15:00
18:00

Documenti digitali e firma elettronica alla luce del regolamento eIDAS[co.04]

E' disponibile la registrazione integrale del convegno su FPAtv

La nuova formulazione del Codice dell’Amministrazione digitale prevista dal decreto delegato ex. L.124/2015 (Riforma Madia) riforma profondamente molti passaggi del procedimento amministrativo, a cominciare dallo spostamento dell’obbligo della conservazione dei documenti dal cittadino all’amministrazione (o alla società che gestisce un pubblico servizio). Inoltre il nuovo CAD si ripromette di essere compliant con il regolamento europeo eIDAS (electonic IDentification, Authentication and Signature).

Il convegno ha l’obiettivo di illustrare questi profondi cambiamenti e le nuove norme a cui tutte le amministrazioni devono adeguarsi e di investigare sulle tecnologie necessarie e sulle soluzioni integrate di workflow che possano seguire la vita del documento elettronico dalla sua formulazione alla sua conservazione.

 

Torna all'elenco dei Relatori