Torna a Eventi FPA

partner

A.C.I. - Automobile Club d'Italia

L’Automobile Club d’Italia è la più antica istituzione nazionale della mobilità e - con oltre un milione di soci - la più grande libera associazione italiana.

Da 112 anni promuove una mobilità sicura, efficace, economica e pulita, attraverso un esclusivo contributo di esperienza, cultura, passione e professionalità.

Membro fondatore della FIA (Federazione Internazionale dell’Automobile, l’organismo che associa 230 organizzazioni di 130 Paesi), è l’Autorità italiana per lo sport automobilistico, federata al CONI, con oltre 40.000 tesserati professionisti.

Aci è una realtà dal fortissimo radicamento territoriale, grazie a 106 Automobile Club provinciali, 103 uffici provinciali e oltre 1.500 delegazioni, ai quali si aggiungono officine convenzionate, punti di soccorso stradale, agenzie assicurative SARA, autoscuole ACI-Ready2Go e autodromi, per oltre 4.000 punti di contatto sul territorio.

Esperienza, know-how, tecnologie, elevati standard di informatizzazione la rendono uno dei principali fornitori di servizi per Pubbliche Amministrazioni e cittadini.

ACI gestisce il Pubblico Registro Automobilistico, che - assolvendo alla funzione di pubblicità legale - assicura certezza e sicurezza della circolazione giuridica dei veicoli, e fornisce servizi pubblici essenziali a collettività, Pubbliche Amministrazioni, Autorità Giudiziaria e aziende.

In regime di convenzione con Regioni e Province Autonome, infine, l’ACI riscuote Imposta provinciale di Trascrizione e Tasse automobilistiche, assicurando equità contributiva, certezza ed efficacia dei controlli.

 

 

 


E' partner di

martedì, 24 maggio 2016

09:30
13:00

Cambia la PA, cambia il Paese: nuovi modelli di amministrazione per una società che cambia. Incontro con Jeremy Rifkin.[sc.01]

E' disponibile la registrazione integrale del convegno su FPAtv

A fronte delle sfide sempre più complesse che la PA si trova ad affrontare, non basta solo migliorarne i livelli di funzionamento e l’efficacia dell’operare, ma è anche necessario immaginare, sperimentare ed introdurre nuovi modelli operativi capaci di superare e sovvertire l’approccio, ancora prevalente, di natura burocratica e verticale. Al centro di questa riflessione ci sono i temi legati alla condivisione (amministrazione condivisa), alla rete (“governo con la rete”), alla trasparenza (open government e open data), alla collaborazione (Stato partner). Per avviare il confronto su quale debba essere la forma e la sostanza di una pubblica amministrazione in grado di cogliere e vincere le sfide per il futuro, l’edizione 2016 di FORUM PA si apre, come ormai è consuetudine da qualche anno, con un keynote di livello internazionale. A tenerlo Jeremy Rifkin, economista, attivista e saggista, che partendo dal suo ultimo libro “La società a costo marginale zero” aprirà il confronto sui temi inerenti l’innovazione, l’economia collaborativa, il ruolo dell’amministrazione pubblica in una società ibrida in cui la produzione sarà in buona parte diffusa e basata sul “Commons collaborativo”.

martedì, 24 maggio 2016

15:00
18:00

Documenti digitali e firma elettronica alla luce del regolamento eIDAS[co.04]

E' disponibile la registrazione integrale del convegno su FPAtv

La nuova formulazione del Codice dell’Amministrazione digitale prevista dal decreto delegato ex. L.124/2015 (Riforma Madia) riforma profondamente molti passaggi del procedimento amministrativo, a cominciare dallo spostamento dell’obbligo della conservazione dei documenti dal cittadino all’amministrazione (o alla società che gestisce un pubblico servizio). Inoltre il nuovo CAD si ripromette di essere compliant con il regolamento europeo eIDAS (electonic IDentification, Authentication and Signature).

Il convegno ha l’obiettivo di illustrare questi profondi cambiamenti e le nuove norme a cui tutte le amministrazioni devono adeguarsi e di investigare sulle tecnologie necessarie e sulle soluzioni integrate di workflow che possano seguire la vita del documento elettronico dalla sua formulazione alla sua conservazione.

 

mercoledì, 25 maggio 2016

09:30
13:00

Digital first: costruire una vera cittadinanza digitale per cittadini e imprese[sc.03]

E' disponibile la registrazione integrale del convegno su FPAtv

Esiste un cittadino digitale? Chi è? Quali sono i suoi bisogni e le sue aspettative? Cosa significa PA digitale oggi? In realtà possiamo dire che la distinzione tra una PA digitale e una “PA non digitale” non ha più molto senso: il digitale non è uno strumento né un settore della nostra vita economica, sociale, relazionale, culturale ma è l’ecosistema in cui è immersa la nostra vita, almeno nei paesi ad economia avanzata. In questo senso l’Agenda digitale è l’agenda dello sviluppo del Paese e la PA digitale è semplicemente una PA migliore, più veloce, più semplice, più vicina ai cittadini, più adatta a produrre “valore pubblico” per i contribuenti. Questa la riflessione da cui parte il convegno di scenario sul tema, diretto dal direttore dell’AgID Antonio Samaritani, con l’obiettivo di evidenziare i passi ancora da compiere (in tema di norme e linee guida, competenze, processi e modelli organizzativi,  tecnologie, comportamenti) per ottenere un reale cambiamento che si rifletta nella vita dei cittadini e delle imprese. Con un presupposto: la cittadinanza digitale non è possibile senza la partecipazione attiva, per cui i nuovi modelli di amministrazione dovrebbero considerare i cittadini e le imprese non come semplici consumatori ma come co-designer dei servizi.

Il convegno si svolge in collaborazione con Agendadigitale.eu 

giovedì, 26 maggio 2016

15:00
18:00

Mobilità ed efficienza energetica: costruire lo sviluppo sostenibile delle città[co.11]

Lo sviluppo sostenibile delle città è l’obiettivo delle politiche di mobilità e di efficientamento energetico che sono magna pars della programmazione europea per le aree urbane.

Il convegno si propone di verificare lo stato dei progetti e delle tecnologie in questi due aree e di mettere in evidenza le migliori esperienze.

Torna alla lista dei Partner