Torna a Eventi FPA

partner

CASA DEL WELFARE

Da alcuni anni il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, al fine di rendere completa l’informazione sul funzionamento del sistema del welfare in Italia, partecipa alle più importanti manifestazioni fieristiche con lo stand istituzionale Casa del Welfare, condiviso con gli Enti vigilati - INPS, Covip, INAIL- e le Agenzie Tecniche - Italia Lavoro e ISFOL -.

La Casa del Welfare è il risultato della sinergia con la quale tali Enti operano per offrire al cittadino un unico punto per fornire servizi e informazioni sui temi del lavoro e delle politiche sociali, delle tutele e della previdenza

Nel corso del 2016, lo stand sarà condiviso anche con la costituenda Agenzia Nazionale per le politiche attive del lavoro – ANPAL- e la costituenda Agenzia per l’Ispettorato nazionale del lavoro - ISPETTORATO.

Presso lo spazio espositivo presente al Forum PA 2016 – Roma, 24-26 maggio 2016- è disponibile personale specializzato che fornisce indicazioni su: come orientarsi nel mercato del lavoro in base anche alle novità introdotte dal Jobs Act, come si persegue la sicurezza sul lavoro, quali tutele sono previste per chi perde il lavoro, come si costruisce il futuro dal punto di vista previdenziale.

La Casa del Welfare partecipa alla manifestazione anche con convegni e workshop per raccontare come cambia il welfare e come la pubblica amministrazione progetta, affronta e comunica la trasformazione in atto.


E' partner di

martedì, 24 maggio 2016

11:00
12:00

Programma Visitinps[ws.03]

Gli archivi dell’INPS rappresentano già oggi la migliore fonte di informazione statistica sul sistema previdenziale, sul mercato del lavoro e, in generale, sul sistema del welfare italiano. Gli archivi dei lavoratori dipendenti, dei lavoratori autonomi e degli iscritti alla gestione separata, il casellario dei pensionati, i dati sulle prestazioni a sostegno della famiglia, solo per fare alcuni esempi, sono una fonte statistica fondamentale per la ricerca applicata socio economica. È primario interesse dell’Istituto rendere queste basi dati sempre più fruibili e utilizzabili da una comunità sempre più ampia di studiosi qualificati. L’INPS può aspirare a essere più di un fornitore di basi statistiche, ancorché uniche nel panorama della ricerca italiana. L’Istituto può diventare una fonte di idee, di ricerca, di analisi e di monitoraggio delle politiche legate al mercato del lavoro e al welfare state italiano. In altre parole, l’INPS aspira a diventare un think tank sul welfare state, come lo è stato Banca d’Italia nel campo della politica economica nel nostro paese. Questa iniziativa è stata resa possibile grazie alla generosità di  sponsor  privati che hanno permesso la realizzazione  del   progetto.

martedì, 24 maggio 2016

12:30
13:30

Dalla ricerca alla creazione di lavoro. ISFOL racconta La Via Nicolaiana[ws.78]

Come trasformare un cammino europeo in una rete di economie sostenibili?  Questa è la sfida che affronta l’ISFOL, ente pubblico nazionale di ricerca, che si occupa di mercato del lavoro e formazione.  L’idea è di traslare il metodo del coaching territoriale, sperimentato l’anno scorso in un municipio romano, in un ambito di forte attualità nell’anno giubilare: i cammini europei. I quali non hanno solo un valore culturale, ma anche un peso economico. Perché attivano e stimolano la domanda di servizi sul territorio e la creazione di una offerta turistico-culturale inedita. L’occasione è un itinerario in fase di costituzione: la Nikolaosroute – La Via Nicolaiana©. Primo caso di utilizzo di  strumenti e azioni integrati capaci di trasformare un cammino europeo in acceleratore di sviluppo economico. Incontri di co-progettazione e workshop, ma anche indagini, azioni di monitoraggio e community digitali su piattaforma Moodle. Per permettere a cittadini, associazioni e amministrazioni di confrontarsi su temi specifici e di imparare, insieme, a progettare dal basso. Per facilitare il contatto tra chi cerca e chi offre lavoro. Per favorire la mobilità su territorio nazionale e internazionale. Per unire tradizione  e innovazione nei territori attraversati dall’itinerario. L’ISFOL racconterà dunque la storia di questa impresa, dalla visione al piano di azione, con i primi risultati. Parteciperanno esponenti istituzionali e non della rete Nikolaosroute – La Via Nicolaiana©, il cui ente capofila è la Work in Progress 10 APS.

martedì, 24 maggio 2016

14:30
15:30

IRIDE-ESAW: La codifica degli infortuni attraverso l'utilizzo di un motore semantico[ws.77]

Il seminario si prefigge di illustrare, attraverso un approccio multidisciplinare, l'impiego dell'intelligenza artificiale nell'ambito della codifica e prevenzione di infortuni. Requisito imprescindibile al fine della conoscenza del fenomeno infortunistico e di una prevenzione più efficace è una puntuale codifica.

La codifica ESAW, adottata in maniera standardizzata nella quasi totalità degli Stati Europei, è uno strumento essenziale a supporto delle analisi volte a effettuare politiche prevenzionali; l'acquisizione delle variabili del sistema di codifica diviene tuttavia ancora più affidabile se supportata da un motore semantico in grado di codificare le denunce di infortunio riducendo al minimo l'intervento umano. Le variabili così codificate assumono maggiore valenza e quindi impattano in maniera meno fuorviante sulla ricostruzione delle condizioni che hanno causato l'infortunio sul lavoro. Più accurata è quindi la ricostruzione dei momenti immediatamente precedenti l'infortunio e più mirata ed efficace può essere l'opera di prevenzione.

Risulta pertanto evidente il vantaggio che si ha nel passaggio dalla codifica manuale delle informazioni desunte dalle denunce di infortunio a una codifica semi-assistita da un motore semantico in grado di “intercettare” le informazioni ovvie e non ovvie che vanno ad alimentare la classificazione ESAW.

Tale motore semantico, denominato IRIDE, è stato interamente “istruito” e costruito in INAIL ed ha visto impegnati da oltre due anni colleghi delle varie strutture coinvolte nel progetto.  

 

martedì, 24 maggio 2016

16:00
17:30

"Analisi predittive e controlli collaborativi" come strumenti di modernizzazione dell’azione amministrativa[ws.89]

Al centro dell’azione di INAIL, ormai da anni vi è una problematica antica, ma sempre nuova: quella della prevenzione del rischio di illegalità nella pubblica amministrazione e di nuove modalità e strumenti per la realizzazione di una macchina amministrativa sempre più efficiente e tesa al miglioramento del livello dei servizi erogati al cittadino.

A partire dal 2014 l’Istituto si è dotato di un sistema dei controlli interni assistito da funzioni informatiche altamente specialistiche che ha permesso, gradualmente, di passare da una dimensione di contrasto meramente repressiva ad una strategia di tipo predittivo, da realizzare secondo modalità “collaborative” e quindi capaci di responsabilizzare, aggregare e rendere partecipi del problema anche i controllati (o parte di essi).

Evoluzione naturale è stata la definizione di una specifica funzione informatica, di supporto alle attività di controllo interno, capace di ricavare dalle informazioni contenute negli archivi di INAIL alcuni indici utili ad individuare punti di anomalia delle procedure che potrebbero essere indicativi di criticità operative (Arco Data Analysis).

L’alimentazione del sistema ARCO con le risultanze derivanti, anche, dalla Data Analysis ha consentito la riconduzione ad unità di tutte le informazioni derivanti dal sistema dei controlli interni e le informazioni di contesto esterno, con la creazione di un’area di condivisione i cui output permetteranno di individuare il posizionamento dell’Istituto rispetto ad un assetto ritenuto possibile standard di riferimento interno (Arco Context Analysis).

mercoledì, 25 maggio 2016

09:30
10:30

Assistenza e politiche di welfare disabili e non autosufficienti[ws.04]

La Direzione centrale Assistenza e Invalidità Civile gestisce ed eroga le prestazioni assistenziali di invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità.

La Direzione centrale Credito e Welfare mette in campo politiche di welfare a sostegno della non autosufficienza destinate agli iscritti alla Gestione Unitaria delle Prestazioni Creditizie e Sociali o alla Gestione Magistrale. Tali politiche consentono i ricoveri presso Residenza Sanitarie Assistenziali o l’attuazione di Programmi di assistenza domiciliare personalizzati.

Nel corso del Seminario saranno evidenziate alcune dimensioni dei fenomeni connessi all’assistenza di cittadini con stati invalidanti o non autosufficienti nei rispettivi ambiti di competenza e saranno delineati i possibili sviluppi di tali politiche, alla luce delle norme vigenti.

mercoledì, 25 maggio 2016

11:00
12:00

Il Programma Erasmus+ ed il work-based learning[ws.65]

Per work-based learning (WBL) si intende l’acquisizione di conoscenze e competenze attraverso lo svolgimento di compiti in un contesto professionale cui segua una riflessione sulle attività realizzate. In italiano WBL viene tradotto come “apprendimento basato sul lavoro” o “apprendimento in contesti lavorativi”, con riferimento a qualsiasi forma o programma di apprendimento che integri una dimensione lavorativa ed esperienziale nel percorso educativo o formativo.
 
Il work-based learning può applicarsi tanto alla formazione iniziale dei giovani quanto alla formazione continua dei lavoratori. In questa fase storica, la strategia di intervento dell’Unione europea si focalizza soprattutto sul segmento della formazione iniziale, rispetto al quale l’apprendimento in contesti lavorativi viene considerato uno strumento chiave per consentire l’acquisizione di competenze rilevanti per l’inserimento nel mercato del lavoro e per sostenere l’occupabilità dei giovani, innalzando al contempo la qualità dei percorsi educativi e formativi.
 
Nell’ultimo biennio, anche su sollecitazione delle istituzioni europee, i vari istituti di WBL operanti nel nostro sistema hanno vissuto profondi interventi di riforma, di notevole portata innovativa e impatto in termini di occupabilità.
 
Il segmento della formazione (VET), in particolare, per la sua forte vocazione professionalizzante, rappresenta un ambito chiave da potenziare e sostenere in una logica di apprendimento work-based. Ed il sostegno di Erasmus+ a questo settore avviene principalmente attraverso tre linee di azione: la mobilità individuale, i partenariati strategici e le reti multiattoriali per l’analisi dei fabbisogni di competenze. Il seminario è dedicato ad approfondire il contributo di Erasmus+ VET allo sviluppo del WBL ed a fornire informazioni sul Programma per le prossime scadenze di bando.

mercoledì, 25 maggio 2016

12:30
13:30

Operazione Consolidamento Posizione Assicurativa Dei Dipendenti Pubblici[ws.05]

L’obiettivo dell’operazione è imprimere un cambio “epocale” nella cultura della gestione della posizione assicurativa dei dipendenti pubblici per l’allineamento delle posizioni a quelle dei lavoratori della gestione privata.

Quello adottato è un processo integrato, che parte dal dato presente in posizione assicurativa alimentata dagli enti datori di lavoro, coinvolge l’iscritto, che attraverso le richieste di variazione concorre al perfezionamento della posizione assicurativa, per arrivare all’erogazione delle prestazioni sulla base dei dati presenti sul conto assicurativo.

L’adozione del modello descritto coinvolge   oltre alle diverse strutture dell’Istituto, anche gli enti datori di lavoro e gli stessi iscritti, nella definizione di un conto assicurativo   completo e congruente, costituito progressivamente nell’arco dell’intera vita lavorativa, e direttamente utilizzabile per l’erogazione delle prestazioni.

Il processo è sostenuto da un nuovo sistema informativo per la gestione degli iscritti pubblici dipendenti (e quindi all’utilizzo di Nuova PAssWeb per la gestione delle posizioni assicurativa).

Le nuove procedure sono state adottate progressivamente, in considerazione dei tempi necessari a far recepire l’entità delle novità introdotte e dei benefici che queste comportano.

Nella logica evolutiva del progetto, si è proceduto per successivi Lotti di posizioni assicurative, ognuno con le relative specifiche modalità di lavorazione.

Ad oggi tutte le posizioni dei dipendenti degli Enti Locali sono gestite nella nuova procedura, e le prestazioni sono erogate sulla base dei dati presenti nel conto assicurativo.

Per la definizione di un conto individuale quanto più corretto e completo, sono state messe in campo diverse iniziative, sempre più indirizzate al coinvolgimento dell’Ente datore di lavoro, quali l’Operazione Grandi Enti per la correzione tramite denuncia degli errori ricorrenti e l’inoltro delle comunicazioni EC agli iscritti per il tramite dell’Ente datore di lavoro.

mercoledì, 25 maggio 2016

14:30
15:30

Coworking e fablab: nuovi modelli di apprendimento[ws.90]

Quali sono i contesti più dinamici dove i processi di apprendimento riescono a coniugare al meglio innovazione, creatività, collaborazione e spirito di iniziativa? Quali sono le esperienze più virtuose?

Queste le domande a cui si verrà data una risposta grazie all’indagine qualitativa dell’Isfol che ha esplorato diversi ambienti innovativi che contribuiscono a reinventare i processi di apprendimento nella formazione e nel mondo del lavoro.

Verranno infatti presentati i casi di studio (università, coworking e FabLa), al fine di riflettere su come stia cambiando l’apprendimento all’interno di nuovi contesti lavorativi e formativi. Esperienze attraverso le quali analizzare nuove pratiche di apprendimento collaborativo, l’utilizzo di strumenti e strategie utili a migliorare contesti e percorsi formativi, superando criticità e individuando prospettive di sviluppo.

mercoledì, 25 maggio 2016

16:00
17:00

Il rischio organizzativo: analisi e benefici sul benessere dell’elemento umano[ws.63]

La gestione del rischio organizzativo e dell’elemento umano che compone l’organizzazione prende in considerazione una serie di parametri, oggettivamente misurabili, rilevabili anche nella gestione delle risorse umane, nell’ergonomia e nello studio del fattore umano e nello stress lavoro-correlato. Considerare l’individuo come componente dell’organizzazione ai fini della tutela della salute e sicurezza sul lavoro (SSL) e del welfare, nei suoi tre aspetti di risorsa umana, ergonomico e di componente di un sistema, consente di approcciarsi alla problematica del benessere organizzativo in modo complessivo ed esauriente.
 
Differenti modalità gestionali, lacunose dal punto di vista partecipativo, conducono spesso a errate percezioni che, a loro volta, sono in grado di causare comportamenti insicuri e, infine, danni a persone e beni. In questo seminario, sarà illustrato un sistema in via di sperimentazione (Human Management Sistema per la Salute e Sicurezza sul Lavoro – HMS-OHS) che integra i sistemi di gestione per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro (SGSL) con la gestione del rischio organizzativo e dell’elemento umano nelle organizzazioni per la SSL. Saranno presentate le novità rispetto ai SGSL e gli indicatori di prestazione necessari per “misurare” gli aspetti organizzativi con impatto sulla SSL e sull’organizzazione per la SSL al fine di realizzare l’allineamento tra obiettivi aziendali e obiettivi di SSL.

giovedì, 26 maggio 2016

09:30
10:30

La digitalizzazione del servizio: il caso “La mia pensione”[ws.06]

Nel corso dell’anno 2015 INPS ha rilasciato il servizio on line “La mia pensione” che consente di sviluppare il calcolo automatico delle anzianità contributive, delle retribuzioni pensionabili e dei montanti contributivi nonché di controllare la correttezza dei versamenti contributivi effettuati e valutare la possibilità di attivare azioni di correzione e/o implementazione del conto assicurativo. L’attivazione del servizio ha avuto un positivo riscontro da parte degli utenti:

  • in termini di numero di accessi e simulazioni;,
  • in termini di richiesta di nuovi PIN per poter accedere al servizio;
  • in termini di richieste di correzione/integrazione (riscatti, ricongiunzioni, versamenti volontari, ecc.);
  • in termini di richieste di consulenza informazione in materia previdenziale e assicurativa.

giovedì, 26 maggio 2016

11:00
12:00

Sport e disabilità: soluzioni tecnologiche per protesi ed ausili[ws.64]

Autonomia e reinserimento sono i principi a cui si ispira l’attività di servizio che il Centro Protesi Inail di Vigorso di Budrio svolge nei confronti delle persone con disabilità motoria, infortunati sul lavoro e non. Il Centro Protesi infatti, seguendo un particolare modello operativo, realizza protesi e presidi ortopedici personalizzati, alla cui costruzione affianca un training riabilitativo specifico, per consentire il massimo recupero ottenibile dalla persona. In questo percorso, anche lo sport rappresenta un momento fondamentale per la reale integrazione delle persone con disabilità nel contesto sociale e per il recupero di una vita autonoma, il più possibile svincolata da situazioni di dipendenza. In particolare, le protesi e gli ausili per l’attività sportiva impiegano nuovi materiali e tecnologie. Dal punto di vista tecnico infatti l'esperienza maturata nel campo della progettazione e realizzazione di componenti speciali e l'impiego di nuovi materiali dalle elevate caratteristiche meccaniche ed elastiche hanno permesso di affrontare e risolvere le complesse problematiche legate alla costruzione di dispositivi tecnici fortemente sollecitati, quali quelli sportivi.
 
Il seminario prevede la testimonianza di:
Antonio Acciarino, atleta paralimpico, campione italiano di lancio del peso
Emiliano Malagoli, Presidente FIMPAR (Federazione Italiana Motociclismo Paraolimpico)

giovedì, 26 maggio 2016

12:30
13:30

Il Portafoglio Europass per la trasparenza e la mobilità[ws.79]

Europass – istituito con Decisione n. 2241/2004/ce del Parlamento Europeo e del Consiglio del 15 dicembre 2004 relativa ad un Quadro Comunitario Unico per la trasparenza delle qualifiche e delle competenze - è un portafoglio di documenti pensato per facilitare la mobilità geografica e professionale dei cittadini europei attraverso la valorizzazione del patrimonio di esperienze e delle competenze tecnico – pratiche acquisite nel corso della vita.

Europass è stato quindi istituito per supportare i cittadini a presentare le proprie competenze e qualifiche in modo più efficace per trovare lavoro o maturare un'esperienza di formazione all’estero, per supportare i datori di lavoro a comprendere le competenze e le qualifiche della forza lavoro e per supportare gli enti d'istruzione e formazione a stabilire e comunicare il contenuto dei programmi formativi.

Europass si compone di 5 documenti: Europass Curriculum vitae; Europass Passaporto delle Lingue; Europass Mobilità; Europass Supplemento al Certificato e Europass Supplemento al Diploma

Torna alla lista dei Partner