Torna a Eventi FPA

partner

AGENZIA PER LA COESIONE TERRITORIALE

L’Agenzia per la coesione territoriale, istituita ai sensi dell’art. 10 del D.L. 31 agosto 2013, n. 101, coerentemente all’art. 119 della Costituzione e allo Statuto approvato con DPCM del 9 luglio 2014, ha l’obiettivo di sostenere, promuovere ed accompagnare, secondo criteri di efficacia ed efficienza, programmi e progetti per lo sviluppo e la coesione economica, nonché di rafforzare, al fine dell’attuazione degli interventi, l’azione di  programmazione e sorveglianza di queste politiche. 

In particolare, obiettivo strategico dell’Agenzia è di fornire supporto  all’attuazione della programmazione comunitaria e nazionale attraverso azioni di accompagnamento alle Amministrazioni centrali e  regionali titolari di Programmi e agli enti beneficiari degli stessi, con particolare riferimento agli Enti locali, nonché attività di monitoraggio e  verifica degli investimenti e di supporto alla promozione e al miglioramento della progettualità e della qualità, della tempestività, dell'efficacia e della trasparenza delle attività di programmazione e attuazione degli interventi.

Nel perseguimento di tale finalità, l’Agenzia si ispira a principi di  trasparenza, semplificazione e collaborazione con le Istituzioni dell’Unione Europea, le Amministrazioni pubbliche – centrali, regionali e locali, gli enti privati ed i soggetti a vario titolo coinvolti nell’attuazione delle politiche di sviluppo.

 


E' partner di

martedì, 24 maggio 2016

10:00
11:20

TASK FORCE EDILIZIA SCOLASTICA “Affiancare gli Enti attuatori e presidiare gli interventi sul territorio: un nuovo modo di fare Amministrazione”[ws.01]

La Task Force Edilizia Scolastica (TFES) dell’Agenzia per la Coesione Territoriale ha cominciato ad operare nel maggio 2014 nelle Regioni Calabria, Campania e Sicilia, in considerazione delle priorità assoluta attribuita a questo settore dal Governo Nazionale.

La positiva esperienza delle prime tre TFES ha portato all’ampliamento delle attività ad altre Regioni (Basilicata Lazio, Lombardia e Puglia). In data 23 marzo 2015 è stato stipulato un protocollo di intesa tra, la Struttura di Missione per il coordinamento e impulso nell’attuazione di interventi di riqualificazione dell’edilizia scolastica della Presidenza del Consiglio dei Ministri e l’Agenzia per la Coesione Territoriale.

Attualmente le task force edilizia scolastica hanno effettuato n. 2047 sopralluoghi, per un totale di n. 1252 interventi il cui costo complessivo è pari ad € 896.328.019,15.

I sopralluoghi sono il primo passo di un prolungato percorso di affiancamento ai soggetti attuatori e di presidio degli interventi finanziati fino all’entrata in esercizio delle rinnovate strutture scolastiche.

Gli interventi oggetto di presidio sono scelti in partenariato con le rispettive Regioni, le quali tutte partecipano con il proprio personale alle attività delle task force edilizia scolastica.

mercoledì, 25 maggio 2016

11:30
12:30

I Conti Pubblici Territoriali alla prova dell’open government: Easy CPT e OpenPartecipate[ws.02]

Il Sistema CPT ha da sempre promosso una politica di open data, sia relativamente alla diffusione dei dati che alle metodologie utilizzate. Nel corso del 2016, CPT si presenterà agli utenti con due nuove piattaforme open: EasyCPT  e OpenPartecipate.

Easy CPT è uno strumento finalizzato a rendere accessibili le complesse informazioni elaborate dal Sistema. La piattaforma ha l’obiettivo di mostrare, attraverso visualizzazioni grafiche di facile interpretazione, come si distribuiscono le diverse voci di spesa e entrata a livello di soggetto, territorio, settore. EasyCPT si compone di due differenti chiavi di accesso: la composizione delle spese finanziarie pubbliche nei differenti settori economici (quali ad es. sanità, trasporti, rifiuti, ecc.); la ripartizione dei flussi finanziari di entrata tra i vari soggetti pubblici (ad es. Amministrazioni Centrali, Imprese Pubbliche Locali, ecc.).

OpenPartecipate è un’applicazione open government che consente la libera consultazione di alcuni dati anagrafici e finanziari riferiti alle aziende partecipate. Le informazioni sono rese disponibili attraverso visualizzazioni grafiche dinamiche che possono essere personalizzate e condivise in tempo reale con la propria community di riferimento.

mercoledì, 25 maggio 2016

15:00
16:30

Servizi pubblici locali, rischio idrogeologico e Numero Unico di Emergenza: tre azioni di supporto al territorio avviate dal PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 a titolarità dell’Agenzia per la Coesione Territoriale[ws.10]

ReOPEN SPL” definisce una strategia di supporto alle amministrazioni regionali e locali per renderle autonome in tutti gli adempimenti verso la completa attuazione della riforma dei servizi pubblici locali a rete di rilevanza economica - con particolare riferimento al ruolo degli enti di area vasta - in una fase di centralità della qualità dei servizi in una prospettiva di apertura al mercato.

Il “Piano per il supporto al rafforzamento della governance in materia di riduzione del rischio ai fini di protezione civile” - rivolto in particolare a Campania, Calabria, Puglia, Sicilia – ha come obiettivo la definizione di strumenti a supporto della programmazione degli interventi in materia di rischio idrogeologico, sismico e vulcanico, finalizzati al miglioramento dell’efficienza delle politiche di investimento nel settore specifico.

 Il progetto “NUE Numero Unico Europeo di Emergenza” punta al potenziamento dei meccanismi di governance multilivello necessari ad assicurare l’efficace attuazione degli interventi centrali e regionali per la realizzazione del NUE e a supportare così la realizzazione di un sistema nazionale di risposta alle chiamate di emergenza in linea con la normativa nazionale e comunitaria di riferimento.

Tre progettualità che fanno leva sullo sviluppo di meccanismi di governance multilivello e che verranno presentate dalle Amministrazioni responsabili, Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per gli Affari Regionali e Dipartimento della Protezione Civile - e Ministero dello Sviluppo Economico, in un dialogo con l’Autorità di Gestione del Programma.

mercoledì, 25 maggio 2016

16:30
17:30

Buone pratiche per un’interconnessione intelligente tra PA: le opportunità del PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 a titolarità dell’Agenzia per la Coesione Territoriale[ws.09]

Il PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 organizza un workshop aperto a tutte le Amministrazioni interessate alle nuove opportunità di rete cui sta lavorando il Programma. Un partenariato che realizzi un dialogo tra strutture, sistemi, persone e soluzioni tecnologiche, capace di innovare i sistemi di governance multilivello per una maggiore efficienza ed efficacia nell’azione della PA attraverso la valorizzazione e la messa a fattor comune di centri di competenza e di soluzioni di eccellenza. Una rete intelligente che capitalizzerà iniziative altamente trasferibili già in atto coniugandole con l’operatività di “PA Open Community 2020,” strumento frutto di  un Protocollo di intesa tra Agenzia per la Coesione Territoriale e Politecnico di Milano sviluppato con l’obiettivo di unire sinergicamente il mondo della PA e dell'impresa e rendere sostenibili i processi di scambio ed evoluzione condivisa di buone pratiche fra Amministrazioni. Ne parlano Riccardo Monaco, Autorità di Gestione del PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020, Michele Benedetti del Politecnico di Milano e Andrea Cerrato, Assessore al Turismo, Agricoltura e progetti speciali della Città di Asti che, con altre Amministrazioni del Paese, ha avviato un percorso di cooperazione che guarda con grande attenzione alla riforma del Terzo settore e all'innovazione dell'impresa sociale.

giovedì, 26 maggio 2016

10:00
11:30

Il modello della città metropolitana 2.0 per uno sviluppo urbano sostenibile[ws.08]

Come costruire un modello replicabile di città metropolitana partendo dalle esperienze delle diverse realtà urbane?  Come l’adozione di un unico programma nazionale può agevolare la realizzazione concreta della Agenda Urbana nelle nostre città? L’evento intende favorire il confronto tra le diverse esperienze delle Autorità urbane invitate e le Amministrazioni/EELL/stakeholder presenti in sala sulle 4 linee di intervento principale del PON Città Metropolitane 2014-2020:

  • Agenda digitale metropolitana
  • Sostenibilità dei servizi e della mobilità urbana
  • Efficientamento energetico e illuminazione pubblica
  • Servizi e infrastrutture per l’inclusione sociale

Si parte dal contributo che ciascuna Città metropolitana darà su una specifica tematica, raccontando come è stata affrontata, quali sono stati i risultati e cosa si propone di sviluppare nella nuova programmazione, per dibattere su quale può essere un possibile modello comune applicabile a tutte le città metropolitane, mantenendo salva ciascuna la propria specificità.

giovedì, 26 maggio 2016

11:45
13:15

I criteri generali di selezione e ammissibilità per gli interventi programmati nel PON “Città Metropolitane 2014-2020”[ws.07]

Quali sono e a cosa servono i criteri a cui debbono rispondere i progetti per essere finanziati dalla risorse Pon? Quali caratteristiche deve possedere un progetto per accedere ai finanziamenti? Il seminario intende sensibilizzare e coinvolgere gli attori principali del PON, e cioè gli operatori dei settori economici relativi a mobilità sostenibile, efficientamento energetico, agenda digitale e inclusione sociale, nel  comprendere in modo chiaro il quadro normativo in cui vengono definiti i criteri di valutazione, selezione e ammissibilità dei progetti finanziabili, elementi fondamentali per accedere alle risorse europee destinate alla Agenda Urbana.

Torna alla lista dei Partner