Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 14:30 a 15:30

IRIDE-ESAW: La codifica degli infortuni attraverso l'utilizzo di un motore semantico [ ws.77 ]

Il seminario si prefigge di illustrare, attraverso un approccio multidisciplinare, l'impiego dell'intelligenza artificiale nell'ambito della codifica e prevenzione di infortuni. Requisito imprescindibile al fine della conoscenza del fenomeno infortunistico e di una prevenzione più efficace è una puntuale codifica.

La codifica ESAW, adottata in maniera standardizzata nella quasi totalità degli Stati Europei, è uno strumento essenziale a supporto delle analisi volte a effettuare politiche prevenzionali; l'acquisizione delle variabili del sistema di codifica diviene tuttavia ancora più affidabile se supportata da un motore semantico in grado di codificare le denunce di infortunio riducendo al minimo l'intervento umano. Le variabili così codificate assumono maggiore valenza e quindi impattano in maniera meno fuorviante sulla ricostruzione delle condizioni che hanno causato l'infortunio sul lavoro. Più accurata è quindi la ricostruzione dei momenti immediatamente precedenti l'infortunio e più mirata ed efficace può essere l'opera di prevenzione.

Risulta pertanto evidente il vantaggio che si ha nel passaggio dalla codifica manuale delle informazioni desunte dalle denunce di infortunio a una codifica semi-assistita da un motore semantico in grado di “intercettare” le informazioni ovvie e non ovvie che vanno ad alimentare la classificazione ESAW.

Tale motore semantico, denominato IRIDE, è stato interamente “istruito” e costruito in INAIL ed ha visto impegnati da oltre due anni colleghi delle varie strutture coinvolte nel progetto.  

 

A cura di

Programma dei lavori

Modera

Morinelli
Giuseppe Morinelli Consulenza Statistico Attuariale - INAIL Biografia

laureato in Scienze Statistiche Attuariali. Ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Scienze Attuariali e Finanziarie  presso l’Università degli studi di Roma “La Sapienza” con studi riguardanti la  gestione e la valutazione dei  Fondi Pensione, con particolare riguardo alla previsione delle variazioni di tipo demografico ed economico e sul loro impatto sulla gestione dei Fondi. Ha conseguito un Master universitario  in “Governo dei Sistemi Informativi: sviluppo, gestione, monitoraggio”.

Attualmente  è il responsabile dell’area della Consulenza Statistico Attuariale dell’INAIL che si occupa della Prevenzione.

Il suo ufficio si occupa di analisi multivariate legate all’interpretazione del fenomeno infortunistico nonché di analisi inferenziali in ordine alla previsione di scenari macroeconomici in grado di influenzare l’andamento infortunistico, tali studi vengono realizzati attraverso approcci supportati da analisi parametriche e non parametriche.

Membro del comitato tecnico scientifico , in collaborazione con Confindustria, del Premio Imprese Sicurezza.

Membro del comitato tecnico scientifico che fa capo all’applicativo Co&Si. Progetto.premiato nell’ambito dell’ “ISSA  Good practice awards Europe Competition 2013”

Coordinatore del gruppo di lavoro che, in ordine all’ambiente operativo “IRIDE”,  ha lo scopo di migliorare la qualità della codifica delle variabili Esaw/3, legate alle modalità di accadimento degli infortuni sul lavoro, attraverso un motore semantico che fornisce la codifica automatica delle denunce di infortunio. Progetto premiato nell’ambito dell’ “ISSA  Good practice awards Europe Competition 2016”.

Chiudi

Intervengono

Amatucci
Silvia Amatucci Statistico - INAIL Biografia
Silvia Amatucci, laureata in Scienze Statistiche Attuariali presso l’Università “La Sapienza” di Roma nel 2000, ha conseguito nel 2001 l’abilitazione all’esercizio della professione di Attuario. Dal 2000 al 2002 ha lavorato come attuario presso Finanza&Futuro e dal 2002 al 2004 nell’ufficio Pianificazione Strategica RAS-Allianz.
 
Dal 2004 lavora come attuario presso la Consulenza Statistico Attuariale dell’INAIL. Attualmente presta servizio nel Settore Prevenzione della Consulenza. Si occupa di temi legati alla prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali.
Membro del gruppo di lavoro per la progettazione e il monitoraggio dei bandi per gli incentivi economici che INAIL eroga alle PMI per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Coordinatrice nazionale INAIL per il gruppo “Indicatori” nell’ambito del sistema informativo Flussi Informativi INAIL, Regioni e Province autonome per lo scambio di dati infortunistici.
Referente del gruppo di lavoro attivato per il monitoraggio dei controlli direzionali territoriali e centrali in collaborazione con il servizio Ispettorato.
Membro del gruppo di lavoro “La valutazione economica della salute e sicurezza nelle aziende”, nell’ambito del quale ha sviluppato l’applicativo CO&SI di accordi con associazioni/federazioni di aziende per definire piani operativi e identificare prodotti e azioni per il miglioramento delle condizioni di lavoro.
 
Dal 2010, partecipa al progetto “IRIDE - Esaw” che mira a migliorare la qualità della codifica delle variabili Esaw/3, legate alle modalità di accadimento degli infortuni sul lavoro, attraverso un motore semantico che fornisce una codifica semi-automatica, con il fine di poter determinare mirate misure prevenzionali.
Autrice e coautrice di varie pubblicazioni sulla prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali in vari settori economici.
Relatrice a congressi, convegni e corsi di aggiornamento.

Chiudi

Fizzano
Maria Rosaria Fizzano Chimico - INAIL Biografia

Laureata in Chimica (1995) e in Ingegneria della Sicurezza (2005) presso l'Università  La Sapienza di Roma, ha conseguito il Master di II livello in Ingegneria dell'emergenza presso la stessa Università (2010).

Dal 1999 lavora presso la Consulenza Tecnica Accertamento Rischi e Prevenzione (CONTARP) dell'INAIL nel settore "Tariffe e rischi", occupandosi degli aspetti tecnici utili per la determinazione del tasso di premio per l'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali.

Membro di svariati gruppi di lavoro per il miglioramento della salute e sicurezza sul lavoro, fa parte del gruppo di esperti INAIL istituito per la sperimentazione del software semantico Iride per la codifica delle cause e circostanze degli infortuni.

È rappresentante INAIL presso il gruppo UNICHIM "Attività per REACH" e presso il gruppo UNI "DPI – vie respiratorie", di cui è coordinatore dallo scorso gennaio.

Docente in corsi in tema di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, rischio chimico e Tariffa dei premi INAIL, ha esperienza nella programmazione didattica ed è membro del Consiglio della Scuola di specializzazione in "Gestione e Valutazione del Rischio Chimico" istituita nel 2015 presso l'Università La Sapienza.

Autrice di pubblicazioni scientifiche, relatrice in diversi convegni nazionali ed inernazionali, è anche impegnata nella comunicazione della cultura della salute e sicurezza sul lavoro ed è referente tecnico per la redazione del foglio d'informazione mensile "Dati INAIL".

 

 

 

Chiudi

Anzidei
Patrizia Anzidei Biologo - INAIL Biografia
Laureata con lode in Scienze Biologiche A.A. 1994 presso l’Università degli Studi di Roma la Sapienza, ha conseguito il Master di II livello in sicurezza e protezione presso la facoltà di Ingegneria dell’Università di Roma La Sapienza. Qualificata come progettista e auditor di Sistemi di Gestione della Sicurezza e abilitata al ruolo di RSPP (settori ATECO B8,B4, B6, B9).
Professionista della Consulenza Tecnica Accertamento Rischi e Prevenzione (CONTARP), Settore
 
igiene industriale e malattie professionali dell'INAIL, si occupa di sicurezza sul lavoro, malattie professionali e prevenzione. Progettista e docente in corsi di formazione di igiene industriale, moduli A e B per RSPP e addetti al SPP secondo il D.Lgs 81/08 e smi e corsi per i lavoratori.
Docente del corso di perfezionamento in igiene industriale, dell’Università degli Studi Roma Tre.
Docente al Master Universitario di II livello in salute e sicurezza negli ambienti di lavoro in sanità, Università degli Studi di Roma Tre. Membro del Comitato della Commissione Consultiva Permanente “Rischio chimico, fisico e biologico”.
Membro del gruppo di Lavoro OIRA della Commissione Consultiva Permanente.
Autrice di pubblicazioni Inail e internazionali su temi di salute e sicurezza negli ambienti di lavoro.
Relatrice a seminari e convegni.

 

Chiudi

Mochi
Silvia Mochi Statistico - INAIL Biografia
Silvia Mochi, laureata con lode in Scienze Statistiche Attuariali presso l’Università “La Sapienza” di Roma nel 1996, ha conseguito nello stesso anno l’abilitazione all’esercizio della professione di Attuario.
Nel 1999 ha prestato servizio come collaboratore statistico presso il Ministero di Grazia e Giustizia - Corte di Appello di Genova.
Dal 2000 lavora come consulente statistico attuariale presso la Consulenza Statistico Attuariale dell’INAIL. Attualmente presta servizio nel Settore Prevenzione della Consulenza.
Si occupa di temi legati alla prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali, della progettazione e del monitoraggio dei bandi per gli incentivi economici che INAIL eroga alle PMI per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro, del sistema informativo Flussi Informativi INAIL, Regioni e Province autonome per lo scambio di dati infortunistici, di accordi con associazioni/federazioni di aziende per definire piani operativi e identificare prodotti e azioni per il miglioramento delle condizioni di lavoro.
Dal 2010, partecipa al progetto “IRIDE - Esaw” che mira a migliorare la qualità della codifica delle variabili Esaw/3, legate alle modalità di accadimento degli infortuni sul lavoro, attraverso un motore semantico che fornisce una codifica semi-automatica, con il fine di poter determinare mirate misure prevenzionali.
Autrice e coautrice di varie pubblicazioni sulla prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali in vari settori economici.

Chiudi

Frusteri
Liliana Frusteri INAIL
Torna alla home