Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 09:30 a 11:30

Imprese e competitività: gli obiettivi della programmazione 2014-2020 per lo sviluppo del Mezzogiorno [ ws.23 ]

Riavviare una positiva dinamica di convergenza Sud/Centro-Nord, interrotta dalla fase recessiva degli ultimi anni, passa necessariamente dalla realizzazione di programmi strutturali e progetti strategici in grado di dare una visione ampia, solida e duratura delle prospettive di sviluppo dell’Italia ed in particolare del Mezzogiorno.

A queste esigenze rispondono il Programma Operativo Nazionale Imprese e Competitività 2014-2020 (PONIC) e il Programma Operativo Nazionale Iniziativa PMI 14-20, derivato da uno specifico conferimento del PON IC.

La Direzione Generale per gli incentivi alle imprese (DGIAI) del Ministero Sviluppo Economico, in qualità di Autorità di Gestione di entrambi i Programmi, presenterà, a partire dalle esperienze di progetti realizzati con il PON Ricerca e Competitività 2007-2013, le novità del nuovo ciclo di programmazione, con un focus sulle iniziative già attive e sulle opportunità di prossima attivazione.

In particolare verranno approfonditi  gli specifici interventi  previsti per il sostegno alle attività di ricerca, sviluppo e innovazione ed i programmi di investimento attivabili attraverso lo strumento dei Contratti di Sviluppo.


A cura di

Programma dei lavori

Intervengono

Sappino
Carlo Sappino: "Il Programma Operativo Nazionale Imprese e Competitività 2014-2020 FESR" - FORUM PA 2016
Carlo Sappino Direttore Generale per gli incentivi alle imprese - Ministero dello Sviluppo Economico Biografia Vedi atti

Carlo Sappino è nato a Roma il 12 luglio 1955. Nel 1982 è entrato nei ruoli del Ministero dell’Industria con qualifica di consigliere; nel 1996 è stato nominato Dirigente Generale nei ruoli del Ministero dell’Industria; dal 1997 al 2002 ha ricoperto l’incarico di Direttore Generale della Direzione Generale per il Coordinamento degli Incentivi alle Imprese del Ministero delle Attività Produttive. Dal 2006 al 2008 ha ricoperto l’incarico di Capo del Dipartimento per le politiche di sviluppo e di coesione del Ministero dello Sviluppo Economico e dal 2012 ricopre l’incarico di Direttore Generale per gli incentivi alle imprese del Ministero dello Sviluppo Economico.

 

Chiudi

Incardona
Giuseppe Incardona Dirigente Divisione VII - Ministero dello Sviluppo Economico - DGIAI Biografia

Dal 2014 Dirigente della Divisione VII Interventi per ricerca e sviluppo della DG per gli incentivi alle imprese del Ministero dello sviluppo economico con competenze in materia di agevolazioni finanziarie in favore dei progetti di ricerca e sviluppo a valere sulla legge n. 46/82 e sul Fondo per la crescita sostenibile.

Laureato in ingegneria meccanica con abilitazione alla professione di ingegnere.

Precedenti incarichi:

2014: Dirigente con contratto a tempo determinato presso l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa – Invitalia SpA.

2011 - 2014: Direttore dell’Ufficio di Segreteria della Commissione Tributaria Regionale della Sicilia del Ministero Economia e Finanze (n. 60 unità), con competenze di organizzazione e gestione amministrativa attinenti ai giudizi di 2° grado in materia di contenzioso fiscale e tributario.

2010: Direttore della Direzione Territoriale di Palermo del Ministero Economia e Finanze (110 unità) con competenze regionali in materia di antiriciclaggio e antiusura e provinciali in materia di gestione del trattamento economico del personale dei Ministeri e della scuola e fornitura, direttamente ai cittadini, di servizi quali la gestione dei trattamenti pensionistici di guerra e tabellari e delle invalidità civili.

2009: Dirigente della Divisione IV Energia elettro-nucleare della DG per l’energia nucleare, le energie rinnovabili e l’efficienza energetica del Ministero dello sviluppo economico. Ha contribuito in modo determinante alla definizione dei testi dello statuto dell’Agenzia per la sicurezza nucleare e del decreto legislativo di attuazione della delega al Governo in materia nucleare.

2004 – 2009: Dirigente Generale del Dipartimento Industria dell’Assessorato Industria della Regione Siciliana (16 dirigenti e circa 150 unità) con competenze regionali nelle seguenti materie: regimi di aiuto alle imprese; ricerca; energia; attività mineraria; impianti di distribuzione carburanti; dismissione enti regionali; vigilanza sui Consorzi ASI; contratti di localizzazione; POR Sicilia 2000/2006 e PO FESR Sicilia 2007/2013.

2008-2009: Componente del Consiglio di amministrazione della S.C.A.R.L.  “Distretto Tecnologico Sicilia Micro e Nano Sistemi s.c.a.r.l.” partecipata dalla Regione Siciliana

2008-2009: Componente del “Comitato scientifico per lo svolgimento dell’analisi fattuale per l’individuazione delle aree tecnologico-produttive per la competitività delle Regioni del Mezzogiorno” istituito presso il Ministero dello sviluppo economico

2007-2009: Componente del Consiglio di Sorveglianza della “Sicilia e Ricerca Srl” partecipata dalla Regione Siciliana

2007-2009: Componente per conto della Regione Siciliana del Comitato di Sorveglianza del PO FESR Sicilia 2007/2013

2004-2009: Componente per conto della Regione Siciliana del Comitato di Sorveglianza del POR Sicilia 2000/2006

2001: Consulente della Regione Basilicata per i regimi di aiuto nell’ambito del POR Basilicata 2000/2006

2001-2004: Dirigente dell’Ufficio preposto allo sviluppo delle norme ed all’attuazione della L. 488/92 della Direzione Generale Coordinamento Incentivi alle Imprese del Ministero dell’industria (20 unità), con competenze inerenti la indizione dei bandi, il coordinamento dell’attività istruttoria di 23 banche concessionarie (per un complessivo di oltre 500 addetti), la formazione e validazione delle graduatorie regionali e la concessione dei contributi. Presidente del Comitato tecnico-consultivo istituito per l’esame delle problematiche connesse all’attuazione della L. 488.

2000-2004: Docente in base a vari incarichi in materie tecnico-economiche, start-up di imprese anche in relazione ai sistemi di agevolazione alle imprese presso Sole 24 Ore Formazione; Finstudi Formazione Roma; Centro Ricerche e Studi Direzionali Palermo; Istituto di studi bancari; Ervet; Istituto Internazionale di Documentazione Economica; Iside; Midiform; Cerset; Università Roma 3

dal 1994 ad oggi: Componente del Comitato di sorveglianza delle società del gruppo Keller in amministrazione straordinaria

1994-2001: Funzionario della Direzione Generale Coordinamento Incentivi alle imprese del Ministero dell’industria con funzioni di istruttore delle istanze di contributo alle imprese e di sviluppo della nuova normativa di intervento ordinario nelle aree depresse del Paese.

Membro del Gruppo di lavoro ministeriale per la semplificazione delle procedure, che ha portato alla definizione del D.L.vo n. 123/98.

Membro, su nomina dell’Assessore all’Industria della Regione Siciliana, della Commissione tecnica di valutazione del PIC Retex Sicilia.

Componente della “Commissione ministeriale di indirizzo per la realizzazione di un sistema informatico sugli incentivi alle imprese”.

Responsabile della misura 1.1 del Programma Operativo Nazionale “Sviluppo Imprenditoriale Locale”.

Più volte presidente di specifiche commissioni ministeriali incaricate di accertare la realizzazione delle iniziative industriali agevolate. 

1980–1994: Funzionario della Direzione Industria della Cassa per il Mezzogiorno con mansioni di istruttoria delle istanze di concessione di contributi alle imprese di grandi dimensioni

1980: Responsabile di squadra nel reparto selleria dell’ Alfa Romeo Alfasud SpA di Pomigliano d’Arco (NA)

Chiudi

Mattarella
Bernardo Mattarella al convegno "Imprese e competitività: gli obiettivi della programmazione 2014-2020 per lo sviluppo del Mezzogiorno" - FORUM PA 2016
Bernardo Mattarella Direttore della Business Unit Incentivi e Innovazione - Invitalia Biografia Vedi atti

Dal 2011 dirige la  Business Unit Incentivi e Innovazione di Invitalia.

La Business Unit gestisce il portafoglio di offerta degli  incentivi, delle agevolazioni e  degli strumenti finanziari dell'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa (Invitalia) per promuovere la competitività e sostenere lo sviluppo delle imprese italiane e straniere, attraverso il sostegno ai grandi investimenti strategici, alla nascita di nuove imprese, anche ad alto potenziale tecnologico ed innovativo, e al rafforzamento delle PMI.

Dal 2007 al 2011 Chief Financial Officer di Invitalia.

Dal 1990 al 2007 ha maturato esperienze manageriali nel settore della consulenza e nel settore bancario, abbracciando tutti gli ambiti dell’economia e gestione delle imprese.

È titolare della Cattedra di Management dell’innovazione presso l’Universitas Mercatorum.

Chiudi

Torna alla home