Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 15:00 a 18:00

La politica di coesione costruisce il futuro [ co.24 ]

in collaborazione con Agenzia per la Coesione Territoriale

E' disponibile la registrazione integrale del convegno su FPAtv

Innovazione del sistema produttivo, potenziamento delle infrastrutture e delle reti digitali, sviluppo delle aree metropolitane, specializzazione intelligente dei territori sono i pilastri su cui il nostro Paese baserà l’utilizzo dei fondi della Programmazione 2014-2020.

Il Governo ha tracciato una strategia articolata che comprende un forte endorsement politico, come dimostrano i patti territoriali siglati con città e regioni, una governance chiara con il ruolo importante che l’Agenzia svolgerà nella fase di coordinamento e attuazione, strumenti coerenti e integrati quali sono i programmi nazionali e regionali previsti dall’Accordo di Partenariato e approvati dalla Commissione Europea.

Programma dei lavori

Chairperson

Agrò
Maria Ludovica Agrò al convegno "La politica di coesione costruisce il futuro" - FORUM PA 2016
Maria Ludovica Agrò Direttore Generale - Agenzia per la Coesione Territoriale Biografia Vedi atti

Nata a Roma il 26.3.1954. E' sposata ed ha tre figli.

Direttore Generale dell’Agenzia per la coesione territoriale (dal 19 gennaio 2014).

Laureata con lode in Scienze politiche con indirizzo politico-economico-internazionale all’Università La Sapienza di Roma, si è specializzata in “Studi europei”  e in “Soluzione dei conflitti giuridici internazionali” .

Precedenti incarichi
Direttore Generale della Politica Industriale, Competitività e Piccole e Medie Imprese (dal 7 febbraio 2014 al 18 dicembre 2014)
Direttore Generale della Politica Industriale e Competitività MiSE ( dal 9 agosto 2013 al 6febbraio 2014)  
Direttore Generale Politica Regionale Unitaria Comunitaria –Dipartimento Sviluppo e Coesione (16 febbraio 2012-8 agosto 2013)
Direttore Generale dell’Ufficio degli Affari Generali e delle Risorse MiSE (1dicembre 2011-15
febbraio 2012)
Responsabile delle “Politiche di sostegno e promozione dei settori del Made in Italy” e del Punto Nazionale di Contatto OCSE per la Responsabilità Sociale di Impresa nell’ambito della Direzione Generale Politica Industriale e Competitività – MiSE (da agosto 2009 al 30 novembre 2011)
Direttore Generale della Proprietà Industriale -Ufficio Italiano Brevetti e Marchi -Ministero dello Sviluppo Economico (dal 1  gennaio 2008 al 31 gennaio 2009)
Direttore dell’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi – Ministero delle Attività produttive (dal
4 giugno 2002 al 31 dicembre 2007)
Dirigente, come  vincitrice di concorso, dell’Ufficio  dei Marchi  Internazionali  e Comunitari -
Ufficio  Italiano Brevetti e Marchi – Ministero delle Attività produttive (1995-2002)
Funzionario,vincitrice del concorso pubblico per Capo Ufficio Statistica, presso il Ministero dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato (commercio interno e  industrie alimentari
1980 -1995)
Altri incarichi attuali
Membro del Comitato per lo sviluppo delle industrie del settore aeronautico Legge 808/85
Delegato italiano nel Gruppo di alto livello Entreprise Policy presso la Commissione Europea (EPG)
Delegato italiano al Comitato Industria presso l’OCSE  (dal 2009)
Membro del Bureau del Comitato Industria presso l’OCSE (dal 2011)
Co-presidente del gruppo MENA-OCSE per la politica delle PMI e lo sviluppo dell’imprenditorialità e del capitale umano (dal 2010)
Co-Presidente del gruppo di cooperazione industriale e per le alte tecnologie nel
l’ambito del Consiglio di Cooperazione Italia-Russia (dal 2010)

Chiudi

Atti di questo intervento

02_co_24_maria_ludovica_agro.mp3

Chiudi

Modera e introduce

Mochi Sismondi
Carlo Mochi Sismondi al convegno "La politica di coesione costruisce il futuro" - FORUM PA 2016
Carlo Mochi Sismondi Presidente - FPA Biografia Vedi atti

Sono nato nel 1952 a Roma dove vivo, ho due figli di età diversa (20 e 38 anni), sono nonno. All’Università ho scelto  Economia e Commercio da ragazzo e Filosofia da adulto con un approfondimento  in  pedagogia sul recupero dei ragazzi drop-out.  Mi sono occupato di marketing , di ricerca, di progetti di privato-sociale, tra cui la realizzazione del primo progetto integrato di lotta alla povertà a Tor Bella Monaca (Roma).

A cominciare dall’autunno del 1989 sono stato l’ideatore e l’animatore del FORUM PA, la più grande ed importante manifestazione europea, espositiva e congressuale, dedicata all’innovazione nella pubblica amministrazione e nei sistemi territoriali giunta ormai alla 27^ edizione nel 2016. Nella mia ormai ultraventennale attività di costruttore e animatore di reti, ho collaborato con 17 Governi (dal penultimo Governo Andreotti al primo Governo Renzi) e con 15 diversi Ministri della Funzione Pubblica, mantenendo una sostanziale terzietà, ma contribuendo a sostenere tutte le azioni innovative che si muovessero verso una PA più snella, più moderna, maggiormente orientata ai risultati e in grado così di restituire valore ai contribuenti e innovazione al Paese.
Ho svolto e svolgo attività didattica presso università e scuole della PA: dalla Scuola Superiore della PA alla Scuola Superiore per la PA locale, al Formez, a vari Istituti pubblici e privati. Ho scritto e scrivo articoli ed editoriali su quotidiani nazionali e riviste specializzate nel campo della comunicazione pubblica e dell’innovazione delle amministrazioni.
Nei miei  contatti continui con la politica e le amministrazioni a volte perdo la pazienza, mai la speranza.

Chiudi

Apertura

Vitcheva
Charlina Vitcheva al convegno "La politica di coesione costruisce il futuro" - FORUM PA 2016
Charlina Vitcheva Direttore Generale Crescita intelligente e sostenibile e Europa meridionale - Commissione Europea Vedi atti

Atti di questo intervento

03_co_24_charlina_vitcheva.mp3

Chiudi

Intervengono

Agrò
Maria Ludovica Agrò al convegno "La politica di coesione costruisce il futuro" - FORUM PA 2016
Maria Ludovica Agrò Direttore Generale - Agenzia per la Coesione Territoriale Biografia Vedi atti

Nata a Roma il 26.3.1954. E' sposata ed ha tre figli.

Direttore Generale dell’Agenzia per la coesione territoriale (dal 19 gennaio 2014).

Laureata con lode in Scienze politiche con indirizzo politico-economico-internazionale all’Università La Sapienza di Roma, si è specializzata in “Studi europei”  e in “Soluzione dei conflitti giuridici internazionali” .

Precedenti incarichi
Direttore Generale della Politica Industriale, Competitività e Piccole e Medie Imprese (dal 7 febbraio 2014 al 18 dicembre 2014)
Direttore Generale della Politica Industriale e Competitività MiSE ( dal 9 agosto 2013 al 6febbraio 2014)  
Direttore Generale Politica Regionale Unitaria Comunitaria –Dipartimento Sviluppo e Coesione (16 febbraio 2012-8 agosto 2013)
Direttore Generale dell’Ufficio degli Affari Generali e delle Risorse MiSE (1dicembre 2011-15
febbraio 2012)
Responsabile delle “Politiche di sostegno e promozione dei settori del Made in Italy” e del Punto Nazionale di Contatto OCSE per la Responsabilità Sociale di Impresa nell’ambito della Direzione Generale Politica Industriale e Competitività – MiSE (da agosto 2009 al 30 novembre 2011)
Direttore Generale della Proprietà Industriale -Ufficio Italiano Brevetti e Marchi -Ministero dello Sviluppo Economico (dal 1  gennaio 2008 al 31 gennaio 2009)
Direttore dell’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi – Ministero delle Attività produttive (dal
4 giugno 2002 al 31 dicembre 2007)
Dirigente, come  vincitrice di concorso, dell’Ufficio  dei Marchi  Internazionali  e Comunitari -
Ufficio  Italiano Brevetti e Marchi – Ministero delle Attività produttive (1995-2002)
Funzionario,vincitrice del concorso pubblico per Capo Ufficio Statistica, presso il Ministero dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato (commercio interno e  industrie alimentari
1980 -1995)
Altri incarichi attuali
Membro del Comitato per lo sviluppo delle industrie del settore aeronautico Legge 808/85
Delegato italiano nel Gruppo di alto livello Entreprise Policy presso la Commissione Europea (EPG)
Delegato italiano al Comitato Industria presso l’OCSE  (dal 2009)
Membro del Bureau del Comitato Industria presso l’OCSE (dal 2011)
Co-presidente del gruppo MENA-OCSE per la politica delle PMI e lo sviluppo dell’imprenditorialità e del capitale umano (dal 2010)
Co-Presidente del gruppo di cooperazione industriale e per le alte tecnologie nel
l’ambito del Consiglio di Cooperazione Italia-Russia (dal 2010)

Chiudi

Atti di questo intervento

04_co_24_maria_ludovica_agro.mp3

Chiudi

Donato
Vincenzo Donato al convegno "La politica di coesione costruisce il futuro" - FORUM PA 2016
Vincenzo Donato Capo Dipartimento Politiche di Coesione - Presidenza del Consiglio dei Ministri Vedi atti

Atti di questo intervento

05_co_24_vincenzo_donato.mp3

Chiudi

Giacomelli
Antonello Giacomelli al convegno "La politica di coesione costruisce il futuro" - FORUM PA 2016
Antonello Giacomelli Sottosegretario di Stato allo Sviluppo Economico Biografia Vedi atti

Antonello Giacomelli è nato a Prato, è sposato e ha tre figli.

Giornalista, ha iniziato la sua professione con l’emittente toscana Tvr Teleitalia poi è passato al Gruppo Cecchi Gori collaborando con Videomusic e con Canale 10, di cui è diventato direttore.

E’ stato Presidente del Consiglio di amministrazione del teatro Metastasio, portandolo al ruolo di teatro Stabile della Toscana per la prosa.

Vicesindaco di Prato dal 1999 al giugno 2004, si è occupato in particolare della riforma dei servizi pubblici locali nel campo delle reti e dell’energia.

Nel febbraio del 2004 è diventato segretario regionale della Margherita ed è stato eletto alla Camera dei deputati alle suppletive per il collegio di Scandicci.

Confermato parlamentare nelle successive elezioni politiche è entrato a far parte della commissione difesa.

Con la nascita del Partito democratico è diventato membro dell’esecutivo nazionale, capo della segreteria politica di Dario Franceschini e, insieme a Goffredo Bettini, Andrea Orlando e Vinicio Peluffo, componente del coordinamento che guida la fase costituente del Pd a livello nazionale.

Nella legislatura in corso è stato vicepresidente del Gruppo PD della Camera.

Chiudi

Di Laura Frattura
Paolo Di Laura Frattura al convegno "La politica di coesione costruisce il futuro" - FORUM PA 2016
Paolo Di Laura Frattura Presidente con delega alla Programmazione Europea - Regione Molise Biografia Vedi atti

Paolo di Laura Frattura è nato a Campobasso il 4 luglio 1962. 

Dopo la maturità classica, conseguita alla Scuola militare Nunziatella di Napoli, si laurea in Architettura presso La Sapienza di Roma.

In parallelo all'attività di libero professionista ed imprenditore, si impegna nella rappresentanza delle realtà produttive del Molise.

Dal 2003, per otto anni, è al vertice della Camera di Commercio di Campobasso e dell'Unioncamere Molise. Sotto la sua presidenza, all'ente camerale del capoluogo vengono assegnati importanti riconoscimenti, tra cui il "Premio dei Premi", la prestigiosa onorificenza consegnata dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per i livelli di funzionamento raggiunti dall'amministrazione e per la riduzione dei costi della stessa. Ancora nel 2011, la Cciaa di Campobasso, sempre a guida Frattura, viene premiata dall'Unione Europea come realtà d'eccellenza per best practices.

Dal 2008 al 2012 è amministratore unico di Mondoimpresa, l'agenzia per la mondializzazione dell'impresa.

Nel 2011 si candida, risultandone vincitore, alle primarie del centrosinistra per la scelta del candidato alla carica di Presidente della Regione Molise. Nell'ottobre successivo entra a far parte del Consiglio regionale come leader dell'opposizione del centrosinistra.

Dopo l'annullamento delle elezioni decretato dalla giustizia amministrativa di primo e secondo grado, Frattura si ricandida alla carica di governatore e il 26 febbraio 2013 porta il centrosinistra alla guida della Regione.

Il 4 Dicembre 2013 viene eletto all'unanimità Presidente dell'Euroregione Adriatico-Ionica.

Paolo di Laura Frattura è papà di Fernando. 

Chiudi

Oliverio
Gerardo Mario Oliverio al convegno "La politica di coesione costruisce il futuro" - FORUM PA 2016
Gerardo Mario Oliverio Presidente - Regione Calabria Biografia Vedi atti

Gerardo Mario Oliverio è nato a San Giovanni In Fiore (CS) il 4 gennaio 1953. Eletto Presidente della Provincia di Cosenza per la coalizione di centrosinistra nel Giugno del 2004 è stato riconfermato dal turno di ballottaggio del 21 e 22 Giugno 2009 con il 56,72% dei voti. Sposato, padre di quattro figli, Antonella, Mara, Laura, Tomas, sin da giovanissimo è stato protagonista dei movimenti studenteschi e delle lotte politiche per il lavoro e lo sviluppo della Calabria. Nel 1980, a soli 27 anni, è eletto consigliere regionale nelle liste del PCI. Nel 1985 è il primo degli eletti nel Consiglio Regionale ed un anno dopo viene nominato Assessore all'Agricoltura della prima Giunta di sinistra della Regione Calabria. Sotto la sua guida l'agricoltura calabrese conosce un notevole dinamismo ed un forte processo d'innovazione e di promozione delle produzioni sui mercati nazionali ed europei. Il mondo agricolo diventa protagonista e partecipe di importanti scelte strategiche nel settore agro-alimentare. Su sua iniziativa vengono approvati importanti programmi e provvedimenti legislativi (programmi di settore, legge di snellimento delle procedure, sull'agriturismo, di sostegno ai giovani agricoltori, di ammodernamento delle infrastrutture rurali, di ricapitalizzazione delle aziende agricole ed altro).Nel 1990 viene eletto Sindaco di San Giovanni in Fiore. Per quattro legislature consecutive (dal 1992 al 2006) è stato eletto Deputato al Parlamento, sempre con altissime percentuali di consenso. Noto per il suo impegno volto alla sviluppo della Calabria, in Parlamento è stato tra l'altro promotore della prima Legge sulla Montagna (Legge 97/94), primo firmatario della legge istitutiva del Parco Nazionale della Sila nonché protagonista assieme ad altri Parlamentari meridionalisti di numerosi provvedimenti a favore del Mezzogiorno (sostegno alle imprese, promozione dell'imprenditoria, Contratti d'Area, credito d'imposta ecc.). E' stato inoltre componente del Consiglio d'Europa. Dal 1997 al 2001 ha anche assunto la carica di Segretario della Federazione Provinciale dei DS e da quella postazione ha ricostruito la coalizione di centrosinistra a sostegno della ricandidatura a Sindaco della città di Cosenza di Giacomo Mancini, dopo un periodo contrassegnato da contrasti e relazioni difficoltose tra il leader socialista ed i partiti di centrosinistra. In quegli anni la città e la provincia di Cosenza furono un vero e proprio laboratorio politico che contò la presenza di leader nazionali. Gerardo Mario Oliverio, del quale sono riconosciuti il rigore morale, la notevole capacità amministrativa, il grande impegno nell'istituzione e le spiccate doti umane, conta su un vasto consenso popolare. Sin dai primi mesi del mandato 2004-2009 si è sempre posizionato in testa ai sondaggi nazionali che rilevano il grado di gradimento e di soddisfazione riservato dai cittadini agli amministratori; quelli resi noti dalle autorevoli indagini EKMA Monitor Provincia e Governance Poll realizzato dalla IPR Marketing per "Il Sole 24 Ore" lo hanno indicato terzo tra tutti i Presidenti delle Province italiane.
Il 23 novembre 2014 è stato eletto Presidente della Giunta regionale con 489.559 voti pari al 61,40%.

Chiudi

Bianco
Enzo Bianco al convegno "La politica di coesione costruisce il futuro" - FORUM PA 2016
Enzo Bianco Sindaco di Catania Biografia Vedi atti

Vincenzo Bianco detto Enzo (Aidone, 24 Febbraio 1951) è un avvocato e politicho italiano, sindaco di Catania dall'11 giugno 2013.

Dal 1976 al 1979 guida la "Federazione Nazionale dei Giovani Repubblicani". Cresciuto alla scuola di Ugo La Malfa, Bruno Visentini e Giovanni Spadolini.

Esperto di finanza internazionale, ha lavorato dal 1976 al 1982 nel servizio studi del Crediop; dal 1983 al 1988 è stato amministratore delegato di una engineering company operante in America, Asia e Africa.

Nel 1988 viene eletto nel Consiglio Comunale di Catania, città di cui diventa sindaco nel luglio dello stesso anno per pochi mesi fino al 1989, una breve esperienza, ma che lo porterà a farsi una notorietà nazionale, grazie a una gestione della città che i media chiameranno "primavera catanese". Diviene vice presidente del Movimento Referendario guidato da Mario Segni.

Nel 1991 viene eletto deputato all'Assemblea Regionale Sicialiana. Nel 1992 approda alla Camera dei Deputati. Nel 1993 partecipa e vince le primarie organizzate dal movimento civico Patto per Catania promosso dallo storico movimento di società civile "CittàInsieme", diventando pochi mesi dopo nuovamente sindaco di Catania. Il 29 settembre 1993 lascia il PRI per fondare, con altri repubblicani dissidenti, Alleanza Democratica.

Nel 1995 viene eletto all'unanimità presidente dell'ANCI. Riconfermato nel 1999, diviene presidente dell'Agenzia Nazionale dei Segretari Comunali. Dal 1997 guida la delegazione italiana al Comitato delle Regioni dell'Unione Europea. Nel novembre del 1997 gli viene confermata col 67% dei voti la carica di sindaco di Catania. Nel novembre del 1998, forte della sua esperienza di sindaco, fonda con altri primi cittadini d'Italia e l'associazione verde Legambiente, il movimento Centocittà, che confluirà nel febbraio 1999 ne I Democratici.

Nel dicembre 1999 , viene nominato Ministro dell'Interno nel governo D'Alema II; sarà confermato più tardi nel governo Amato II.

Il 3 agosto 2001 viene eletto presidente del Comitato Parlamentare di controllo sui Servizi Segreti (Copaco). Alle elezioni del 2006, candidatosi in Sicilia, viene eletto senatore. Aderisce al gruppo dell'Ulivo, e diviene presidente della Commissione Affari Costituzionali.

Il 9 e 10 giugno 2013 viene rieletto per la quarta volta primo cittadino di Catania.

 

 

 

Chiudi

Atti di questo intervento

06_co_24_enzo_bianco.mp3

Chiudi

Fabiani
Guido Fabiani al convegno "La politica di coesione costruisce il futuro" - FORUM PA 2016
Guido Fabiani Assessore allo Sviluppo Economico e Attività Produttive - Regione Lazio Biografia Vedi atti

Nato a Napoli il 20 marzo 1939, coniugato con due figlie.  
Rettore dell'Università degli Studi Roma Tre dal 1998.
Presidente del Comitato Regionale di Coordinamento delle Università del Lazio (CRUL) da luglio 2006.
Professore ordinario di Politica economica dal 1980, è stato Preside della Facoltà di Economia 'Federico Caffè' dal 1° novembre 1992 al 31 ottobre 1998.
Laureato in Scienze agrarie, si è specializzato in problemi dello sviluppo economico del Mezzogiorno e in Teoria della pianificazione.
Ha insegnato nelle Facoltà di Giurisprudenza (Università di Salerno), di Economia (Università di Modena), di Agraria e di Economia (Università di Napoli) e di Economia (Università degli Studi di Roma 'La Sapienza' e Università degli Studi Roma Tre).
Nel tempo ha tenuto corsi di Teoria della pianificazione economica, Economia dei mercati agricoli, Economia agraria, Politica economica agraria ed Economia dell'ambiente.
I suoi principali lavori sono stati pubblicati con Il Mulino, Einaudi e Franco Angeli.
Ha collaborato sul piano scientifico con varie istituzioni nazionali e internazionali, tra cui: ISTAT, Formez, Ministero dell'Ambiente, Ministero dell'Agricoltura, Cooperazione allo Sviluppo, UE, CNEL, ONU, FAO, IPALMO.

Chiudi

Atti di questo intervento

09_co_24_guido_fabiani.mp3

Chiudi

Conclusioni

De Vincenti
Claudio De Vincenti al convegno "La politica di coesione costruisce il futuro" - FORUM PA 2016
Claudio De Vincenti Sottosegretario di Stato - Presidenza del Consiglio dei Ministri Vedi atti

Atti di questo intervento

11_co_24_claudio_de_vincenti.mp3

Chiudi

Torna alla home